Viaggiare è meraviglioso, importante e educativo per i nostri figli.
Conoscere abitudini diverse, saper fronteggiare un imprevisto, confrontarsi con culture, cucine e modi di vivere nuovi, ci insegna a non giudicare e apre la nostra mente.

Per questo non dobbiamo rinunciare a partire, anche con bimbi piccoli.
Se ti stai domandando come fare per partire senza spendere troppo, ecco 10 consigli utili per organizzare una vacanza al risparmio con bambini:

1) Confronta diverse offerte

Prima di scegliere dove andare, confronta diverse proposte, non fermarti alla prima che ti sembra allettante. Non esitare a cercare sia online che offline (soprattutto se hai un’agenzia di viaggio di fiducia). Altro dettaglio da considerare al momento della prenotazione è che, per i viaggi in famiglia, non è detto che i lastminute siano più convenienti degli advance booking (quelle offerte che si acquistano con largo anticipo), quindi inizia pure questa ricerca qualche tempo prima della data fissata per la partenza e buona fortuna!

2) Scegli la meta giusta

La scelta della destinazione delle nostre vacanze è decisiva per risparmiare.
Quasi tutte le località hanno periodi in cui i costi si abbassano, per valutare dove andare tieni sempre in considerazione anche il costo del viaggio e, eventualmente, il potere d’acquisto dell’euro rispetto alla valuta locale.

3) Dormi in appartamento o campeggio

Quando si viaggia con i bambini, l’appartamento o il campeggio sono le soluzioni più economiche e, se ti attrezzi potrai cucinare, risparmiando ancora di più.
Se proprio non riesci a rinunciare a dormire in albergo, confronta sempre diverse offerte per trovare l’hotel che fa per te.

4) Viaggia in gruppo

Se hai degli amici con cui pensi che ti potrebbe piacere partire o se la vostra famiglia sa adattarsi facilmente,  viaggiare in gruppo è conveniente perché potrete usufruire di uno sconto.

5) Preparati i pasti (non sempre magari, ma spesso)

Andare al ristorante tutti i giorni infatti è piuttosto costoso, soprattutto se la tua è una famiglia numerosa, quindi se ne hai l’occasione preparati i pasti da te. Il risparmio è garantito.

6) Viaggia in bassa stagione (se possibile)

Se puoi, non partire nei periodi di alta stagione (pasqua, ferragosto e natale), perché i prezzi lievitano. Considera anche che ogni destinazione ha un suo periodo di alta stagione in cui i prezzi salgono. Se puoi scegli sempre di viaggiare in bassa stagione.

7) Informati sulle attrazioni gratuite della città

Una volta che avrai deciso dove andare, informati sulle cose da fare e da visitare gratuitamente, che possano essere adatte sia per voi genitori che per i piccoli viaggiatori che vi accompagnano.

8) Cerca voli a basso prezzo

Se decidi di prendere un aereo, ricordati di confrontare i prezzi dei voli e acquista sempre sul sito della compagnia aerea, in genere conviene.
Inoltre, sul sito internet di Ryanair c’è una sezione “Trova rotte” in cui sono indicati i voli più economici dall’aeroporto di partenza scelto. Se, per te, quel che conta è partire senza spendere troppo, il Trova rotte è l’ideale.

9) Fatti ospitare a casa di amici

Io sono piena di amici di vecchia data che vivono in Italia e all’estero, spero che sia lo stesso per te 🙂 Perché una soluzione economica potrebbe essere quella di andarli a trovare e farsi ospitare (ammesso che il tuo amico si offra volontario, altrimenti la vedo dura obbligarlo 😀 )

10) Scambiare casa

Lo scambio casa si sta diffondendo perché è decisamente conveniente (a me piace molto anche l’idea di vivere per un periodo nella casa di un’altra famiglia…).
Esistono siti specializzati dove ti puoi iscrivere e cercare una meta che ti piace, scegliere l’appartamento adatto alle tue esigenze familiari e proporre ai proprietari uno scambio casa.

Lo so che a volte viaggiare con i bambini è faticoso, ma come dice Jan Myrdal “viaggiare è come innamorarsi: il mondo si fa nuovo…” e non vedo perché dovremmo privarci di questa opportunità 🙂