Il post partum o puerperio è uno stadio pieno di profondi cambiamenti per le donne sia fisicamente che psicologicamente. Dopo il parto, il corpo deve riadattarsi. Non è sempre facile e a volte sono considerati normali sintomi o segni che possono essere il segno di complicanze post partum indesiderate.

La tristezza o l’apatia nel post partum non è sempre normale

Tra i sintomi psicologici più frequenti c’è la sensazione di tristezza, persino apatia e scoraggiamento. Alcune neo mamme possono provare questa sensazione a causa della fatica o degli squilibri ormonale. Ma se questi sintomi continuano nel tempo o addirittura aumentano, è possibile avere a che fare con la depressione post partum.

Segni di complicanze nell’immediato post partum

Dobbiamo tenere a mente alcuni segni nel giorno o nei giorni successivi alla nascita del bambino:

  • Sanguinamento: è una conseguenza normale nel periodo post partum. Ma se una grave emorragia compare nelle prime 24 ore, la prognosi può essere seria. Una delle cause più comuni è l’atonia uterina, ovvero quando l’utero non si contrae dopo il parto.
  • Dolore nella pancia: è normale nei primi giorni del puerperio, ma se quel dolore si intensifica e non si attenua nei giorni successivi al parto, dovresti consultare immediatamente il medico. Potrebbe essere un’endometria, un’infiammazione dell’endometrio. È più comune nelle donne che hanno subito un taglio cesareo.
  • Febbre: dopo il parto la febbre della madre aumenta oltre i 38° C. Questo è normale se non dura più di 24 ore. Ma se la febbre continua potremmo trovarci di fronte a un’infezione che il medico dovrebbe determinare.

Le infezioni più comuni nel postpartum

Esistono numerose infezioni che possono essere rilevate giorni o settimane dopo il parto. Conoscere i sintomi può aiutare a evitare complicazioni. Questi sono i più comuni:

  • Pielonefrite: è un’infezione renale. I suoi sintomi sono febbre alta, mal di schiena, a volte minzione dolorosa.
  • Cistite: in questo caso è un’infezione della vescica, che non colpisce i reni. Il dolore può verificarsi anche durante la minzione. È accompagnato da bruciore e frequente necessità di andare in bagno in molti casi senza risultati.
  • Endometrite: come accennato in precedenza è un’infiammazione dell’endometrio. Sì presenta con febbre, stanchezza, tachicardia e utero doloroso e più gonfio del previsto.
  • Tromboflebite: un’infiammazione di una vena come un trombo. I segni più comuni possono essere febbre, forte dolore nella zona interessata, arrossamento.
  • Mastite: infezione mammaria in quelle madri che optano per l’allattamento al seno . È accompagnato da febbre, dolore toracico e malessere.

È importante notare che possono esserci problemi nel periodo post partum. È uno stadio di importanti cambiamenti, alcuni dei quali causeranno un leggero disagio alla madre, ma non tutto è normale. Quindi se ti senti male con il passare dei giorni non esitare ad andare dal tuo medico in modo da potere valutare ed eventualmente intervenire se è necessario.

Nel tuo caso, hai avuto delle complicazioni nel periodo post partum? Come te ne sei accorta?