Se mentre eri incinta ti sei stancata di ascoltare “dormi adesso, dopo vedrai”, ora ti chiedi solo quando tornerai a riposare e quando il tuo bimbo inizierà a dormire tutta la notte. Il sonno infantile sembra un mistero insondabile, difficile da spiegare. Ma, tranquillizzati, non è così

Genitori e riposo

Sappiamo tutti quanto sia necessario dormire un numero sufficiente di ore al giorno. L’abbiamo sentito da amici, familiari, in televisione. Ma siamo consapevoli delle conseguenze di non farlo? Quando non dormi abbastanza, la vita in generale sembra essere peggiore. Ci vuole molto più tempo per fare le cose. Mantenere la concentrazione e stare all’erta diventano compiti estremamente difficili. Quando questa mancanza di sonno viene reiterata in modo prolungato, queste conseguenze diventano più evidenti. Quindi riposati quando il bambino lo fa. Non appena chiude i suoi piccoli occhi, sdraiati e fai un pisolino con lui

Le diverse fasi del sonno del bambino

Dalla nascita ai tre mesi, il sonno del bambino è diviso in due fasi: sonno attivo e sonno lento. Dal quarto mese in poi, si svilupperanno le altre fasi, che finiranno per essere completate entro il sesto mese di vita. Queste fasi hanno una durata diversa da quelle del sonno adulto, causando una mancanza di sincronicità che impedisce ai genitori di riposare.

Il sogno infantile è un processo di maturazione e, quindi, è diverso in ogni bambino.
Mentre dormono, i bambini crescono e sviluppano il loro sistema nervoso e le loro funzioni cerebrali, per questo è necessario lasciarli riposare quando ne hanno bisogno. Come si suol dire, ingrassano sia dormendo che mangiando.

Il sonno, come qualsiasi altro processo di maturazione, sarà diverso a seconda dell’età del piccolo, anche se può anche essere diverso da un bambino all’altro. In generale, durante i primi due mesi della vita del bambino il sogno è calmo e profondo, trascorre la maggior parte del giorno dormendo. Nel terzo mese, il sogno è leggero. Tra i quattro e i sette mesi il modello di sonno cambia e i bambini cominciano a dormire più di notte.

Quando dormirà  tutta la notte?

Ecco la domanda da un milione di dollari, quella a cui tutti i genitori vogliono rispondere. Forse la risposta che ti daremo non ti piacerà. Il sonno del bambino stabilizza i proprio schemi tra tre e sei anni, diventando in grado di dormire quasi come un adulto. I risvegli notturni iniziano a scomparire, ad eccezione di quelli prodotti dai terrori notturni o dall’angoscia di separazione. Per cercare di evitarli puoi stabilire le routine.
Conoscevi le caratteristiche del sonno infantile?