Tutto ciò che devi sapere per scegliere il ciuccio del tuo bambino

Vestiti, pannolini, passeggino, borsa, il ciuccio … il ciuccio! Come scegliere il ciuccio del bambino è uno dei primi quesiti dei neogenitori. Perché? Perché al di là del design, un mondo di possibilità si apre davanti a te. Dimensioni, materiali, tipi di tettarella, sono tutti aspetti che potresti non conoscere.

Che cos’è un ciuccio?

I bambini nascono con l’istinto di succhiare. Questo istinto non solo li aiuta a sopravvivere, ma li calma anche. Ed è molto potente, ecco perché sono stati inventati i ciucci: in modo che il bambino possa calmarsi trovando sollievo in quel istinto naturale che ha fin dai suoi primi istanti di vita dentro il pancione della mamma.

Quali sono le parti di un ciuccio?

Il ciuccio è composto da parti diverse, tutte ugualmente importanti. Sai quali sono? Alcune sicuramente le conosci già e potresti già immaginarne la sua funzione, ma altre potrebbero essere per te sconosciute. Partiamo dalla tettarella.

La tettarella del ciuccio

La tettarella è la parte che entra nella bocca del bambino. Puoi trovarlo con diverse forme, materiali e dimensioni. Per quanto riguarda la forma della tettarella, troverai:

  • La tettarella anatomica: è quella che simula la forma del capezzolo materno durante la suzione.
  • La tettarella fisiologica: è piatta e simmetrica ed è sempre posizionata correttamente in bocca. Esercita una pressione minima al palato.
  • La tettarella tonda o “a ciliegia”: è più voluminosa e di forma sferica.

LEGGI ANCHE: Ciuccio e dentini: quello che c’è da sapere

Le tettarelle possono essere di due materiali:

  • Tettarella in lattice: il lattice è un prodotto ambrato naturale al 100%. Questo materiale è resistente, morbido e molto elastico. È igroscopico, il che significa che assorbe l’acqua e trattiene dunque gli odori, quindi è necessario sostituirlo ogni mese e mezzo. Questo tipo di capezzolo mostra alterazioni con l’uso e le sterilizzazioni.
  • Tettarella in silicone: il silicone è un prodotto chimico bianco trasparente. Non assorbe odori o sapori. Le dimensioni non variano con l’uso sebbene tendano ad adottare il colore del cibo con cui viene a contatto. È molto resistente, ma meno flessibile e se si strappa può danneggiarsi. È meno adatto a bambini che hanno già avuto i primi denti rotti.

Quale tettarella è la migliore per il mio bambino? Non si può dire che l’uno o l’altro materiale sia migliore, hanno caratteristiche diverse ed entrambi sono adatti. La scelta dipenderà da ciò che piace al tuo bambino.

Le dimensioni del palato del bambino cambiano man mano che cresce, quindi troverai dimensioni diverse. I ciucci Suavinex sono ad esempio divisi per:

  • 2/4 o 0/6 per neonati e neonati prematuri;
  • 4/18 o 6/18 mesi;
  • +18 per i bambini più grandi.

Lo scudo del ciuccio

Suavinex ha pensato a diverse tipologie di scudi del ciuccio, che hanno funzioni e caratteristiche diverse:

  • scudo fusion: le sue dimensioni ridotte minimizzano il contatto con la superficie della pelle; la taglia -2/4 è ideale per i neonati;
  • scudo evolution: incorpora un canale di circolazione interna che aiuta a espellere la saliva; è utile per evitare irritazioni nell’area intorno alla bocca;
  • scudo in lattice e scudo in silicone: realizzati in un unico pezzo di gomma naturale o di silicone, sono entrambi ideali per essere utilizzati durante il sonno.

Come scegliere il ciuccio del bambino?

Ora che conosci tutte le parti del ciuccio, è arrivato il momento della verità: come scegliere il ciuccio del tuo bambino! La prima cosa da tenere a mente è che è importante scegliere un ciuccio che sia conforme alle norme di sicurezza stabiliti dalla legge. I succhietti Suavinex sono conformi a tutti gli standard stabiliti dalla normativa vigente e seguono severi controlli di sicurezza. Puoi trovarli nelle farmacie e sul nostro shop ufficiale Amazon.

Al momento dell’acquisto assicurati di scegliere la taglia giusta per il tuo bambino. Guarda sempre la scatola del ciuccio, lì troverai i dati di cui hai bisogno. Può capitarti di notare che il tuo bambino, quando ha il ciuccio in bocca, faccia molta pressione sul succhietto, come se volesse trattenerlo: questo potrebbe voler dire che le dimensioni del modello che sta usando sono per lui troppo piccole.

Quando devo cambiare il ciuccio?

Si consiglia di cambiare il ciuccio ogni mese e mezzo o due mesi o quando c’è presenza di segni di deterioramento. Prima di offrirlo al tuo bambino, controllalo e controlla che tutto sia in ordine.

Sei pronto a scegliere il ciuccio del tuo piccolo?