Il momento della nascita è molto importante sia per la madre che per il neonato. Durante le prime ore dopo il parto, il bambino è in quello che gli esperti chiamano il “periodo sensibile”. Il motivo è chiaro: cerca sua madre! La natura prepara questo momento con l’aiuto degli ormoni. In questo caso la noradrenalina acuisce l’olfatto del bambino, che aiuta a memorizzare l’odore della mamma, rafforzando e stabilendo il legame emotivo. Qualcosa per cui devono stare insieme, tramite il contatto pelle a pelle.

La natura ci guida

Ma non sono solo gli ormoni che aiutano nei primi momenti dopo la nascita. La natura è saggia e prepara il corpo della madre a ricevere il bambino. Sapevi che il tuo seno è più caldo non appena partorisci? Pronto ad accogliere tuo figlio o tua figlia e aiutarlo/a ad aumentare la temperatura corporea.

LEGGI ANCHE: Tutti i segreti dell’allattamento materno

Il contatto pelle a pelle non solo favorisce il bambino. Alcune ricerche associano il precoce contatto tra madre e bambino a una minore incidenza dei sintomi della depressione post -partum. Il legame affettivo si rivela fondamentale anche nei bambini prematuri, che hanno significativi miglioramenti grazie al metodo madre canguro.

Pelle a pelle in modo sicuro

Ecco alcune raccomandazioni importanti che riguardano il contatto pelle a pelle.
Nei primi momenti dopo il parto, il personale sanitario rimarrà con la madre. Saranno in grado di fare le prime valutazioni senza dover interferire eccessivamente con il primo incontro madre-bambino.
Più tardi, il compagno sarà quello che sorveglia la madre e il bambino, soprattutto se sopraggiunge la stanchezza.

Se la madre deve stare da sola, è meglio avvisare un’infermiera o lasciare il bambino nella culla.
È importante monitorare la respirazione del bambino e, in caso di cambiamenti, informare immediatamente lo staff sanitario.

Se hai optato per l’allattamento al seno, potrai chieder aiuto e consigli agli specialisti per tutto ciò che riguarda la postura, l’aspirazione e il posizionamento del bambino.
I primi momenti sono, come abbiamo visto, fondamentali per creare un solido legame affettivo. Inoltre, questo aumenterà la sensazione di sicurezza della madre. Favorire un ambiente rispettoso e sicuro è la chiave per poterlo raggiungere.