La fontanella

Hai notato che il bambino ha una parte morbida nella parte superiore del suo cranio? Si tratta della fontanella, una parte del corpo cui dobbiamo prestare particolare attenzione.

Cos’è la fontanella?

Situata sul cranio del bambino, la fontanella è lo spazio morbido e membranoso tra le sue ossa craniche. Con l’età, le ossa si saldano e la fontanella scompare da sola. Quando parliamo di fontanella, la maggior parte dei genitori pensa a quella sulla parte superiore del cranio del neonato, ma lo sapevate che ci sono in realtà due tipi di fontanelle?

La fontanella anteriore (fontanella grande) è quella situata in cima al cranio. Ha la forma di un rombo e misura tra 2 e 3 centimetri di larghezza. Questa fontanella si chiuderà tra l’8 ° e il 24 ° mese di vita del bambino.

LEGGI ANCHE: La fontanella nel neonato: cosa c’è da sapere

La fontanella posteriore (fontanella piccola) si trova nella parte posteriore della testa del bambino ed è di forma triangolare. È larga circa 0,5 centimetri e inizia a chiudersi a partire dai 2 mesi di vita.

A cosa servono le fontanelle?

Poiché le ossa craniche dei bambini non sono ancora saldate e sono più flessibili a livello delle fontanella, la testa del bambino può deformarsi durante il parto per facilitare il suo passaggio nel canale uterino. Dopo la nascita, la sua testa riprenderà naturalmente la sua forma dopo poche settimane.

LEGGI ANCHE: Il torcicollo congenito del neonato

Le fontanelle permettono quindi la crescita del cervello del bambino, che avviene molto rapidamente durante i suoi primi due anni di vita. Noterai che il pediatra esaminerà le fontanelle ad ogni appuntamento. Questo è per valutare:

  • se il suo cranio sta crescendo bene e a un ritmo normale;
  • se è ben idratato (un bambino disidratato avrà fontanelle cadenti);
  • il livello di pressione intracranica (se le sue fontanelle sono troppo grandi, indica una pressione sul suo cervello, che può essere pericoloso a lungo termine).

Problemi della fontanella

L’aspetto della fontanella potrebbe cambiare leggermente senza indicare un reale problema. Ad esempio, quando un bambino piange o ha la febbre, le sue fontanelle possono sembrare più grandi. Tuttavia, se le fontanelle del tuo bambino sono più piccole o più grandi del normale per un lungo periodo, questo potrebbe indicare la presenza di:

  • disidratazione che porta al collasso della fontanella grande;
  • meningite o idrocefalo quando le fontanelle sono troppo grandi, indicando la pressione all’interno del cranio;
  • craniosinostosi o saldatura prematura delle ossa del cranio che conferisce alla fontanella un aspetto più grande.

In tutti questi casi, è importante consultare prontamente un medico in modo che possa determinare la ragione per l’aspetto anormale delle fontanelle del bambino e indicarti il trattamento più appropriato.