Uscire con i bambini nella stagione fredda: come organizzarsi contro le intemperie

Bambini piccoli e ombrelli?! Anche no!

Nella fascia 0-3 anni uscire quando piove con i bambini è piuttosto complicato, sia che non camminino che già abbiano mosso i primi passi.

Se hai un bimbo in età da passeggino, il must-have per uscire con i bambini nella stagione fredda è sicuramente il sacco per il passeggino. Ne esistono di mille tipi, prezzi e marche, ma le caratteristiche davvero importanti sono SOLO due: che sia imbottito e impermeabile e che sia facilmente lavabile.

Ricorda che, se hai un bimbo che muove i primi passi ma ti sposti ancora con il passeggino, di sicuro entrerà nel sacco con le scarpe bagnate o sporche: ecco perché deve essere facilmente lavabile (e di rapida asciugatura!).

Se non vuoi rinunciare al marsupio durante le intemperie, scegli bene: meglio preferire un modello con rivestimento caldo e impermeabile e con cappuccio incluso per il bambino!

Un classico: il parapioggia per il passeggino! Ne comprerai più di uno, fidati, perché si romperà, sporcherà, perderà. L’unico requisito: che sia di facile installazione. Guarda anche che sia facilmente ripiegabile e, se sei alle prime armi, fai qualche prova a casa prima di doverlo installare sotto la pioggia battente.

Se il bambino cammina in maniera autonoma, i tuoi migliori amici saranno impermeabili e stivaletti! Dimentica gli ombrelli: carini per qualche foto, di sicuro non sono pratici in mano a un bimbo di 2 anni!

Per quanto riguarda la scelta degli impermeabili, cerca di acquistare prodotti di qualità: in genere possono durare anche un paio di stagioni, quindi si ammortizza il costo. Inoltre, impermeabili per bambini di qualità ti garantiscono la certezza di avere un bimbo asciutto.

Al momento di scegliere la taglia dell’impermeabile, considera che potresti farlo indossare su un piumino light o una giacca invernale, quindi abbonda!

Altra caratteristica fondamentale per una buona scelta di un impermeabile per bambini sono le cuciture: controlla che siano taped seams, vale a dire cuciture nascoste e sigillate. L’acqua può entrare anche nei buchini dei punti delle cuciture!

Il cappuccio deve potersi stringere e non volare via alla prima folata di vento.

Una curiosità: per misurare l’impermeabilità si mette un tessuto al di sotto di una colonna d’acqua. Si aumenta fino a quando il tessuto diventa permeabile e l’acqua passa al di sotto. Si misura quindi l’altezza raggiunta dalla colonna e si ottiene un valore, espresso in millimetri, che spesso viene riportato su etichette e cartellini degli impermeabili (per adulti e bambini). Ad esempio, un valore di 8000mm equivale ad una ottima impermeabilità.

E per gli stivaletti da pioggia? Considera sempre di portare delle scarpe (vere) di ricambio da cambiare in auto o quando arrivi in un luogo chiuso perché certamente gli stivaletti servono a saltare nelle pozzanghere ma sono piuttosto scomodi al chiuso!

Paola Agostini