Il parto cesareo è molto comune, sebbene le ragioni che possono portare a scegliere un taglio cesareo sono varie. Anche se è una procedura medica ormai normale, non dobbiamo dimenticare che è un intervento chirurgico importante quindi, alle conseguenze naturali del parto , dobbiamo aggiungere quelle di un’operazione.

Oggi vediamo insieme alcune di queste e come affrontarle.

Lochiazioni e crampi

Dopo il parto, la mamma potrebbe soffrire per le lochiazioni e i crampi. Sebbene possano essere un po’ scomode, entrambe contribuiscono al recupero del corpo femminile.

Le lochiazioni sono il sanguinamento che si verifica dopo il parto: il processo che rimuove i resti del rivestimento uterino. I crampi invece sono dolori simili alle contrazioni. Si verificano perché l’utero sta tornando alle sue dimensioni normali. Entrambi si verificano indipendentemente dal tipo di parto che hai avuto.

Insensibilità addominale

Forse una delle conseguenze più sconosciute del taglio cesareo è l’insensibilità addominale. Per molti mesi dopo l’operazione si avrà ancora la sensazione che l’area sia addormentata. È normale e, anche se sembra impossibile, finirà per cedere. In ogni caso, se sei preoccupata, non esitare a consultare il tuo medico. Lui ti aiuterà.

Taglio cesareo e gas addominale

Il taglio cesareo e il gas sono gli effetti forse più fastidiosi. Devi solo pensare all’area in cui si troverà la cicatrice per immaginare il perché. È possibile che camminare sia difficile, come anche prendere peso, ridere, tossire o andare in bagno all’inizio.

I gas addominali dopo il taglio cesareo possono essere causati da diversi motivi. Da un lato, a causa del rallentamento dell’intestino come effetto dell’anestesia D’altra parte, l’aria può anche rimanere all’interno del corpo come un effetto dell’operazione stessa. Possono diventare molto dolorosi e irradiarsi nella zona superiore della schiena. Per ridurre al minimo gli effetti dei gas è possibile seguire alcune raccomandazioni:

  1. segui una dieta sana e leggera, almeno durante i primi giorni: assicurati una digestione leggera;
  2. mastica bene e mangia tranquillamente;
  3. muoviti, anche se poco: l’immobilità non aiuta a infatti ad eliminare il problema del gas;
  4. mangia cibi con fibre e bevi molta acqua: prima si regolarizza il transito intestinale, meglio è.

Allattamento al seno e taglio cesareo

Contrariamente a quanto si crede, un parto cesareo non rende più difficile produrre il latte, poiché ciò che fa scattare il processo è la consegna della placenta. È allora che il livello del progesterone diminuisce e quello della prolattina aumenta, innescando la produzione di latte. La quantità del latte prodotto aumenterà allattando il bambino.

È inoltre importante considerare la posizione della ferita del taglio cesareo quando allatti: prova diverse posizioni per farlo, o consulta un medico, se provi troppo disagio.

Conoscevi queste conseguenze del taglio cesareo?